Ieri in Piazza della Repubblica a Vasanello si è svolta la presentazione dei candidati della lista "Per Vasanello Vestri Sindaco". La parola d'ordine? "Continuità"

“Una squadra fatta di compattezza e coralità, perché da soli non si va da nessuna parte”

145

Apertura, attenzione verso tutti i cittadini, servizi, coinvolgimento attivo dei giovani nella vita politica del Comune, coesione e soprattutto continuità: sono questi alcuni dei punti centrali esposti ieri pomeriggio durante la presentazione dei candidati della lista elettorale di centro destra “Per Vasanello Vestri Sindaco” in Piazza della Repubblica a Vasanello.

Una lista – o, come l’ha definita il candidato sindaco Igino Vestri, una “squadra” – dove non vigono “personalismi o individualismi”, fatta di “compattezza e coralità, perché da soli non si va da nessuna parte”.

Durante l’incontro sono stati elencati i principali obiettivi che Vestri e gli altri candidati al Consiglio comunale intendono portare avanti nei prossimi cinque anni, in vista delle amministrative del 3 e 4 ottobre.

Tra i nomi interni alla lista ci sono quelli di Daniele Donati, Alessandro Fratoni, Giuseppe Mancuso, Dominga Martines, Francesca Perugini, Ilaria Pieri, Profeta Pieri, Ilaria Tranfa, Marco Mattei, Francesco Ricci, Flavio Rizzo, oltre al sindaco uscente di Vasanello Antonio Porri, che il prossimo 5 ottobre terminerà il suo mandato pluriennale.

Nel suo discorso di apertura il candidato sindaco, che torna ad avvicinarsi all’esperienza amministrativa dopo dieci anni, ha sottolineato l’importanza di rendere le nuove generazioni parte attiva nel mondo politico. “Anche se ‘arruolati’ nelle rispettive liste, i giovani mancano. – ha spiegato Vestri – Dobbiamo avere la coscienza, come genitori e come nonni, di farli partecipare a tutte le tornate elettorali, perché sono il nostro futuro. E se non c’è ricambio come facciamo ad avere fiducia nella politica, o un rinnovamento?”.

E ancora, parlando dei componenti della sua squadra, Vestri ha affermato che “il perfetto equilibrio della nostra lista è come se si fosse creato da solo. Non ho messo numeri su chi fosse di destra, centro, o su chi non fosse schierato politicamente, non ho posto veti di alcun tipo sulle persone che hanno voluto prendere parte a questo progetto amministrativo. Ho solo preteso con forza – ha aggiunto – ed è una cosa che ripeto ogni giorno, di volere una squadra. Non accetto e non accetterò mai personalismi e individualismi, è la squadra che vince ed è solo con la sua compattezza, coralità, che si può ben amministrare, perché da soli non si va da nessuna parte”.

Di seguito è intervenuto il primo cittadino Antonio Porri, che vanta ben 24 anni di esperienza nell’amministrazione comunale, di cui 20 all’interno della maggioranza. “Sono qui per ‘passare il testimone’ di una maggioranza che credo abbia lavorato bene, per tutti i cittadini – ha detto Porri – e ho scelto di ricandidarmi per portare avanti quella che è stata la mia lunga attività amministrativa”.

Numerosi gli obiettivi già raggiunti dalla giunta uscente. Tra questi, la scelta di non entrare in Talete; l’adesione all’area interna che va da Bassano in Teverina a Blera attraversando tutti i comuni del Basso Viterbese; il potenziamento dei servizi; l’inaugurazione della sede della Croce Rossa di Vasanello; i progetti di agricoltura sociale con la stesura di un regolamento sui fitofarmaci.

“Ci auguriamo anche di ampliare il servizio di trasporto scolastico, con la possibilità di acquistare a breve un nuovo pullmino. – ha continuato Antonio Porri – Oltre a questo, sul fronte dei Servizi Sociali, abbiamo pensato di assumere un assistente sociale che tutti i giorni sia presente a Vasanello”.

Il Comune sta poi lavorando alla ristrutturazione dell’ex Mulino Mariani, all’incremento dei servizi di assistenza domiciliare e al monitoraggio costante della qualità dell’acqua rispetto alla presenza di arsenico, in collaborazione con l’Università della Tuscia di Viterbo.

Importante anche il tema del potenziamento di Internet all’interno delle abitazioni, per cui si sta avanzando richiesta; la convenzione con il CAI per un percorso che va da Orte Scalo a Tarquinia; l’idea di istituire un laboratorio teatrale presso il cinema e il potenziamento della biblioteca con l’introduzione di nuovi volumi di ambito tecnico, giuridico, economico e storico.

“Per quanto riguarda progetti e opere stiamo realizzando l’illuminazione artistica delle due chiese, – ha spiegato Porri – poi continueremo con il Campanile e il Palazzo dei Comune. Stiamo anche recuperando il cimitero comunale, pensando alla realizzazione del parcheggio adiacente alla scuola materna e alla ristrutturazione dei bagni pubblici in Piazza della Repubblica. Si tratta di opere già finanziate e quasi tutte appaltate”.

Altri lavori in corso riguardano il mantenimento delle strade, l’ammodernamento della rete fognaria urbana e del depuratore, gli impianti sportivi e la nuova palestra comunale. “Tra gli interventi per i quali verranno richiesti finanziamenti c’è la riqualificazione dell’area adiacente al Campanile di San Salvatore, il completamento della strada di circonvallazione, la riqualificazione di Piazza della Repubblica e Piazza Vittorio Veneto, la realizzazione di un manto in erba sintetica al campo di calcio e il recupero della palestra in Via Togliatti”.

Nel suo “saluto” conclusivo il candidato sindaco Igino Vestri ha tenuto ad evidenziare un’altra questione fondamentale per il Comune. “Si tratta dell’istruzione. I ragazzi sono il nostro futuro e le risorse vanno incrementate, quel ‘cassetto’ del bilancio va potenziato. Uno dei primi appuntamenti che il sottoscritto farà – qualora vincesse le elezioni – sarà andare a trovare la dirigenza scolastica per impostare e mettere insieme un nuovo progetto per l’istruzione dei nostri ragazzi”, ha concluso Vestri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui