Una Viterbese cinica batte a domicilio il Picerno, decide Tounkara

150

Vittoria in trasferta, tre punti e tanta soddisfazione. La Viterbese batte il Picerno 1-0 al “Viviani” di Potenza, tornando alla vittoria lontano dal “Rocchi”. Tre punti di importanza capitale per la squadra di Calabro, la quale allunga a +8 sulla zona play-out, occupata proprio dal Picerno. La rete decisiva la sigla Tounkara al 51’, tornato titolare e subito determinante. Nel primo tempo la Viterbese ha approcciato bene la gara, ma poi il Picerno è cresciuto prendendo possesso della partita. I gialloblù vengono salvati dal palo di Pitarresi, poi sono bravi a colpire in una delle pochissime occasioni costruite. Cinica, spietata, ordinata e lucida. La Viterbese ha dimostrato di essere in forma, dando continuità al pareggio con il Bari e lasciando ben sperare per il futuro.

Picerno-Viterbese: 0-1

Picerno (3-5-2): Pane; Priola (dal 79’ Vanacore), Fontana, Lorenzini; Melli (dal 61’ Nappello), Kosovan, Vrdoljaik (dal 78’ Calamai), Pitarresi, Guerra (dall’85’ Squillace); Santaniello, Esposito (dal 78’ Ripa). A disp: Cavagnaro, Vanacore, La Vign, Ripa, Zaffagni, Ruggieri, Donnarumma, Nappello, Calamai, Montagno, Squillace. Allenatore: Domenico Giacomarro.

Viterbese (3-5-2): Pini; De Giorgi, Markic (dall’86’ Ricci), Baschirotto; Bianchi (dal 46’ Zanoli), Besea (dal 46’ De Falco), Sibilia, Bensaja (dall’80’ Urso), Errico; Tounkara (dal 77’ Molinaro), Bunino. A disp: Vitali, E.Menghi, Zanoli, De Falco, Maraolo, Urso, Ricci, Molinaro, Simonelli, Culina. Allenatore: Antonio Calabro.

Reti: 51’ Tounkara (V).

Arbitro: Gianpiero Miele di Nola.

Ammoniti: 9’ Besea (V), 17’ Markic (V), 36’ Bianchi (V), 75’ Zanoli (V).

Recupero: 0’ P.T; 5’ S.T.

 Quella tra Picerno e Viterbese è una sfida molto delicata in chiave classifica. Ad entrambe le squadre servono punti per allontanarsi dalle zone pericolose e calde. Per Giacomarro e Calabro moduli speculari: 3-5-2 sia per i padroni di casa che per gli ospiti. La formazione dei rossoblù è quella annunciata alla vigilia, a eccezione della presenta di Pitarresi al posto di Calamai. Tandem offensivo formato da Esposito e Santaniello. Lo schieramento dei gialloblù, invece, risente ancora di qualche assenza. Davanti gioca l’inedita, ma altrettanto attesa, coppia Bunino-Tounkara. Sibilia fa il play, conferma per Pini tra i Pali.

All’”Alfredo Viviani” di Potenza la Viterbese cerca una vittoria in trasferta che manca da troppo tempo, la quale significherebbe anche acquisire tre punti fondamentali per il proseguo della stagione. Sotto una leggera pioggia la partita inizia con i ritmi abbastanza bassi. La squadra di Calabro approccia in maniera leggermente più propositiva, ma il match è bloccato tatticamente e non si registrano importanti occasioni da goal nei primi venti minuti. I tiri dalla lunga distanza di Tounkara e Pitarresi, infatti, non impensieriscono i portieri avversari, così come la conclusione di Sibilia, bloccata facilmente da Pane.

Proprio al 20’ arriva il primo squillo della gara. A suonarlo è il Picerno, pericoloso grazie all’intesa tra Esposito e Santaniello, il cui tiro, deviato, viene respinto da Pini. Dalla metà del primo tempo i padroni di casa hanno alzato la pressione in fase di non possesso, rendendo più complicata l’uscita con la palla della Viterbese. Il match, comunque, rimane equilibratissimo e con poche emozioni. La spinta del Picerno cresce anche in attacco, in particolare nella fase finale del primo tempo. Al 39’, infatti, i rossoblù sfiorano il vantaggio con Pitarresi, la cui botta si stampa in pieno sul palo. La squadra di Giacomarro vuole sfruttare il momento e insiste, ma la Viterbese regge l’urto finale e va a riposo sullo 0-0.

Il primo tempo dei suoi non è piaciuto a Calabro, visto che il Picerno ha avuto maggiore aggressività, soprattutto nella seconda parte. L’allenatore gialloblù, allora, decide di effettuare un doppio cambio, togliendo Besea e Bianchi (entrambi ammoniti) per De Falco e Zanoli. Le mosse sono giuste, la Viterbese si sveglia e inizia la ripresa alla grande. Tutto succede sull’asse Bunino-Tounkara. Prima è la pantera a servire Bunino, che sfiora il palo di testa al 46’, poi è proprio Tounkara a trovare la rete al 51’. Lo stesso Bunino pesca l’assist liberando Tounkara, il quale entra in area e batte Pane con il sinistro. Il Picerno non ci sta e vuole subito reagire, provando a mettere sotto una Viterbese cinica e ordinata.

Al 63’ Bensaja insacca il 2-0, ma la rete viene annullata per un fuorigioco precedente. Sei minuti dopo il Picerno ha l’occasione per pareggiare dopo una palla persa dalla Viterbese, decisivo il salvataggio di Markic su Esposito. Dopo il goal dell’1-0 la partita si è stappata, aumentando di ritmo e intensità. Il copione degli ultimi minuti è facilmente intuibile: il Picerno attacca per pareggiare, la Viterbese difende e cerca di ripartire. All’86’ si fa male Markic e i gialloblù sono costretti a difendere la porta nell’assedio finale con una retroguardia inedita, formata da Baschirotto, Ricci e De Giorgi. Nonostante ciò, gli uomini di Calabro reggono bene gli attacchi degli avversari, sfiorando anche il 2-0 con Bunino, la cui conclusione è parata da Pane all’89’. Il Picerno ci prova anche nei cinque minuti di recupero, la Viterbese soffre ma non rischia niente, portando a casa tre punti fondamentali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui