Una Viterbese senza allenatore e titolari sfida il Catanzaro per sperare ancora nei play-off

Dopo la sconfitta casalinga con il Rende è già tempo di vigilia per la Viterbese. Domani, alle ore 14:30, si giocherà Catanzaro-Viterbese

396
viterbese-play-off

Dopo la sconfitta casalinga con il Rende è già tempo di vigilia per la Viterbese. Domani, infatti, alle ore 14:30, si giocherà Catanzaro-Viterbese, match valido per il recupero della 16° giornata del girone C di Serie C. Una vigilia a dir poco movimentata, però, in casa Viterbese. Nel primo pomeriggio, infatti, Antonio Calabro è stato esonerato. Decisive al fine di questa decisione le quattro sconfitte consecutive tra campionato e Coppa e, soprattutto, una differenza di vedute sul modo di approcciarsi proprio a questa partita. I gialloblù, infatti, si presenteranno in Calabria senza i titolari e con una squadra piena di giovani. Probabilmente, dopo l’ultima decisione, andrà a Catanzaro anche senza un allenatore.

Sono due le strade per arrivare ai play-off per la Viterbese. La prima è entrare tramite il campionato, arrivando nelle prime dieci posizioni (attualmente i gialloblù sono fuori), mentre la seconda è vincere la Coppa Italia. Considerando come i “leoni” andranno a giocarsi il recupero a Catanzaro, è evidente quale sia stata la scelta adottata dalla società. Un all-in sulla Coppa che definire rischioso è un eufemismo, visto che la Viterbese dovrà ribaltare la sconfitta per 2-1 dell’andata contro un Monza forte e motivato. Ancor più difficile visto il caos che in questi giorni sta aleggiando nell’ambiente.

La situazione in campionato è complicata ma non irreparabile. La zona play-off, occupata dal Rende (il cui campionato è concluso) dista soltanto due punti, anche se vanno fatti i conti anche sulla Cavese, impegnata a Bisceglie nell’ultima giornata. La missione di domani poteva essere quella di sfruttare la partita da recuperare per lottare e ottenere punti preziosissimi, giocandosi tutto poi a Pagani. Molto probabilmente, invece, la missione sarà quella di dare visibilità a un po’ di giovani e contenere i danni. A differenza della Viterbese, infatti, il Catanzaro difficilmente regalerà la partita, visto che si gioca il terzo posto, raggiungibile attraverso i tre punti.

La curiosità di questa sfida, comunque, è che queste due squadre si sono affrontate in campionato, al “Rocchi”, appena il 14 aprile scorso. Il risultato finale fu un clamoroso 2-2 con la rimonta dei gialloblù. Non è passato nemmeno un mese, ma, come detto, la situazione è completamente diversa. La Viterbese si trovava, forse, nel picco più alto della stagione dopo la vittoria esterna in Coppa contro il Trapani. Ora i gialloblù volano in Calabria con tutte le problematiche già descritte.

Una conclusione di campionato inaspettata e particolare, imprevedibile fino a poche giornate fa. Un ambiente da ricompattare per affrontare al meglio la partita più importante della stagione, la finale dell’8 maggio e per centrare l’obiettivo play-off.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui