UNITUS: APPROVATO IL “GENDER EQUALITY PLAN”

115

La completa revisione dei regolamenti secondo una prospettiva di genere, per un uso più rispettoso e inclusivo del linguaggio amministrativo; la prevenzione e il contrasto della violenza di genere, attraverso l’attività dello Sportello Antiviolenza, la programmazione di una serie di attività formative, denominate ‘mentoring trasformativo’, finalizzate al superamento degli stereotipi di genere e di qualunque altra forma di discriminazione. Sono queste le finalità del “Gender Equality Plan” (GEP) approvate dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione dell’Università della Tuscia. Sono state decise per conseguire gli obiettivi, in armonia alle cinque aree individuate dalla Commissione Europea.

Il documento approvato dall’Università della Tuscia, è pensato quale strumento di cambiamento strutturale e culturale la cui finalità è la promozione della parità di genere e l’adozione di pratiche di valorizzazione delle differenze ed è strutturato in un percorso triennale che comprende plurime azioni programmatiche. Le finalità del GEP sono inquadrate nel contesto più ampio degli obiettivi strategici e operativi di Ateneo. Il “Gender Equality Plan” costituisce infatti un allegato del Piano Strategico 2022-2024, e documenta dunque l’inclusione di una prospettiva di genere nei documenti strategici di Ateneo e l’integrazione con i documenti di programmazione finanziaria e di bilancio.

La redazione del GEP segue quella, avvenuta nei mesi scorsi, del primo Bilancio di Genere dell’UNITUS, che ha rappresentato la base di riflessione sulla quale poggia il Piano di Azioni contenute nel documento. Il GEP UNITUS è il risultato di un processo partecipato che ha coinvolto un gruppo di lavoro allargato, che coinvolge organi di governo, personale docente e di ricerca, personale tecnico amministrativo e la rappresentanza studentesca dell’Ateneo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui