Unitus, il Rettore Ruggieri verso la fine del mandato: tempo di bilanci

I dati delle classifiche parlano chiaro: nell’anno accademico appena trascorso il numero di iscritti nell’ateneo della Tuscia ha registrato un netto aumento, con oltre 8000 studenti, circa 600 in più rispetto al 2013, primo anno di insediamento di Ruggieri.

402
Il rettore dell'Università Alessandro Ruggieri

Il Rettore dell’Università della Tuscia di Viterbo Alessandro Ruggieri si avvia a concludere il mandato di sei anni, in attesa dell’elezione del suo successore in autunno.
Questa mattina durante la conferenza stampa al rettorato di Santa Maria in Gradi Ruggieri ha tracciato un bilancio degli anni trascorsi alla direzione dell’ateneo.

I dati delle classifiche parlano chiaro: nell’anno accademico appena trascorso il numero di iscritti nell’ateneo della Tuscia ha registrato un netto aumento, con oltre 8000 studenti, circa 600 in più rispetto al 2013, primo anno di insediamento di Ruggieri. In aumento anche le iscrizioni alle lauree magistrali, che contano ad oggi 561 studenti, mentre è calato il numero di iscritti alle lauree triennali (1838 oggi contro le 1987 del 2013). Riguardo ai corsi a ciclo unico, ci sono state 81 nuove matricole nell’anno accademico appena concluso.
In generale il giudizio del Rettore Ruggieri sull’Università della Tuscia è positivo: nelle classifiche nazionali, infatti, l’ateneo viterbese si distingue per l’alto indice di gradimento dei suoi studenti, soprattutto neo-laureati, e per una didattica che “è in grado di rispondere alle sfide del domani”, come ha spiegato Ruggieri. E proprio per confrontarsi con il mondo lavorativo del futuro sono nati a Viterbo corsi di economia circolare, informazione digitale e biotecnologie industriali per la salute e il benessere.

Ruggieri ha anche annunciato una novità sulle tasse di iscrizione all’Università: dal prossimo anno accademico, infatti, non saranno più due, ma tre. Una da pagare entro la fine dell’anno a dicembre, una a marzo e una maggio. In questo modo Ruggieri auspica di facilitare gli studenti nei pagamenti e offrire un servizio sempre migliore a chi sceglie di studiare alla Tuscia: una struttura piccola ma accogliente, che non ha nulla da invidiare ai grandi atenei del nord Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui