Università della Tuscia, attivo dal prossimo anno il curriculum “Investigazioni e sicurezza interna e internazionale”

Si completa così il percorso formativo già avviato con successo nel corso di laurea triennale in Scienze politiche e delle relazioni internazionali curriculum “Investigazioni e sicurezza” (L36)

unitus

A partire dall’anno accademico 2019-2020 il Dipartimento di Economia e Impresa (DEIM) e il Dipartimento di Studi linguistico-letterari, storico-filosofici e giuridici (DISTU) dell’Università degli Studi della Tuscia attivano un curriculum “Investigazioni e sicurezza interna e internazionale” nell’ambito del Corso di laurea magistrale in Scienza della politiche, della sicurezza internazionale e della comunicazione pubblica (LM62).

Si completa così il percorso formativo già avviato con successo nel corso di laurea triennale in Scienze politiche e delle relazioni internazionali curriculum “Investigazioni e sicurezza” (L36). Con questo nuovo curriculum, l’Università della Tuscia offre un percorso formativo quinquennale in Scienze Politiche unico nel panorama nazionale e risponde sia alle richieste di professionalità del settore, sia alla necessità di potenziare un ambito strategico per diversi profili. “Si tratta, sottolinea Stefano Ubertini, Direttore del DEIM, di un importante decisione che, dopo quella di istituire il Master CRISIS in “Scienze criminologiche e forensi, investigazioni e sicurezza” giunto alla sua II edizione, conferma la centralità dell’Università della Tuscia su questi temi.

Con questa laurea che garantisce competenze multidisciplinari, infatti, si potrà accedere a molti concorsi pubblici e al mondo del lavoro privato con una adeguata e puntuale preparazione universitaria per interpretare e gestire sistemi organizzativi complessi nazionali e internazionali”. Il curriculum “Investigazioni e sicurezza interna e internazionale” approfondisce le tematiche della sicurezza, in cui i contesti di rischio, nazionali e internazionali, sono analizzati sotto il profilo giuridico, economico e storico-sociale e fornisce ai propri laureati una solida conoscenza metodologica-operativa volta alla organizzazione e gestione delle moderne strategie investigative e di sicurezza interna ed esterna.

L’obiettivo è costruire un profilo di esperto in investigazioni e sicurezza con un vantaggio occupazionale molto competitivo, grazie ai numerosi sbocchi occupazionali: in settori amministrativi ed operativi di enti pubblici e privati sia nazionali che internazionali, istituti di ricerca e organizzazioni non governative che agiscono nel campo della sicurezza interna a internazionale; nelle aziende operanti nelle attività investigative, nella protezione e messa in sicurezza dei dati, nonché a garanzia della sicurezza dei siti industriali, negli aeroporti e nelle infrastrutture, nei porti e nei centri strategici delle vie di comunicazione; nell’ambito dei soggetti della Pubblica Amministrazione che presidiano le politiche della sicurezza e della difesa. Per chi fosse interessato, mercoledì 19 giugno alle ore 13 presso l’aula 2 del complesso di Santa Maria in Gradi, si terrà una presentazione delle attività del corso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui