Intanto la famiglia vuole riportarlo in Romania, e chiede aiuto su Facebook

Uomo impiccato a Montefiascone, si aspetta l’arrivo dei parenti

La salma è ancora nei locali privati dell’agenzia funebre. Poi, si saprà sui funerali

1657

Trentatreenne trovato impiccato nel garage di casa in via Verentana, 68, a Montefiascone: i funerali non si sa quando ci saranno. Infatti, si è in attesa dell’arrivo dei parenti, presumibilmente dalla Romania, la nazione d’origine di Gurlea Vasilica.

La cui salma ieri era ancora nei locali privati dell’agenzia funebre che si è occupata di portarla via alle 23,30 di lunedì. Un’ora prima i carabinieri della stazione locale erano stati avvisati dai familiari dell’uomo. I militari del nucleo operativo radiomobile, accorsi subito sul posto insieme ai sanitari del 118, hanno trovato l’uomo impiccato a una trave del soffitto del garage con un cavo elettrico, potendo solo constatare che non c’era più nulla da fare.
Il rumeno, dalle prime sommarie informazioni, non aveva problemi in famiglia e non aveva dato segnali di squilibrio.

Si pensa che alla base del gesto estremo ci siano state le condizioni economiche e lavorative del padre di due figli, che faceva lavori saltuari. Che lascia anche una compagna. La quale ieri su Facebook aveva chiesto aiuto e sostegno.
La salma, che si trova nei locali privati dell’agenzia funebre che ha portato via il cadavere, è stata messa a disposizione dei familiari, che dovranno venire in Italia dalla Romania. Ancora devono essere svolte le pratiche burocratiche di polizia mortuaria, e poi saranno fissati i funerali.

Al riguardo, però, ci potrebbero essere delle novità. La compagna dell’uomo ha chiesto su Facebook aiuto economico affinché il corpo del 33enne possa essere riportato a casa in patria, e ottenere una degna sepoltura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui