Adesso spunta anche il Plf; tra i Paesi che lo richiedono: Grecia, Malta, Portogallo, Irlanda e anche l'Italia

Vacanze in Europa? Il Green pass da solo potrebbe non bastare

151

Pronti con le valigie per andare all’estero? Lungi dall’essere nazionalisti né tantomeno di voler limitare la libertà di chi vuole, e può, godersi le vacanze dove più gli aggrada nasce però spontanea una domanda: perché spendere in altri Paesi invece di sostenere l’economia italiana?

Al di là di questa personalissima considerazione comunque è opportuno informare chi è pronto a partire, convinto di avere tutti i documenti necessari – a iniziare dal Green pass – che in alcune mete vacanziere estere richiedono anche il modulo PFL (Passenger Locator Forms) che è stato inserito, sin dal 17 marzo scorso, tra le misure varate dalla Commissione Europea e la cui compilazione è diventata obbligatoria dal 16 aprile.

Mentre siamo stati ampiamente informati sul certificato vaccinale verde nessuno, o in pochi, sapeva della necessità di avere anche quest’altro modulo.

La scoperta è stata fatta, a loro spese, da diversi italiani in aeroporto mentre erano in attesa di imbarcarsi per la Grecia.

Il non possesso del modulo li ha costretti a rinviare la partenza perché il PLF deve essere compilato in anticipo e, se il Paese dove si vuole andare lo richiede, deve essere inviato almeno entro le mezzanotte del giorno precedente.

Nel modulo di localizzazione devono essere inseriti nome e cognome del viaggiatore, il numero del documento, un recapito telefonico e l’indirizzo di residenza o domicilio nazionale. Inoltre vanno aggiunte anche le informazioni relative al mezzo di trasporto utilizzato, all’arrivo previsto nel luogo di vacanza, all’alloggio, ai nomi dei compagni di viaggio e un contatto di emergenza.

Dato che il modulo PLF può essere richiesto per l’ingresso in qualsiasi Paese europeo, per evitare disagi e brutte sorprese, conviene informarsi in anticipo sulle regole in vigore nella Nazione meta della vostra vacanza.

Tra i Paesi che lo richiedono Grecia, Malta, Portogallo, Irlanda e anche l’Italia.

Altre Nazioni prevedono invece altre norme per l’ingresso. Insomma prima di preparare la valigia è bene informarsi sui documenti richiesti.

Buone vacanze.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui