Servili, obbedienti, comici. Pronti a tutto, anzi, solo a dir di sì

“Vai alla Asl, ragazzo! Se hai la tessera giusta…”

192

A metá del secolo scorso, il viatico di Horace Greeley dalle pagine del Tribune era “Vai ad Ovest, ragazzo!”, a scommettere la vita sulle terre al di lá delle Montagne Rocciose. Nel 2020 il tiro si è aggiustato, “Vai alla ASL, ragazzo!”, a scommettere che con la tessera giusta in tasca ogni traguardo sará a portata di mano.

È così che oggi Viterbo è l’osservata speciale nel Lazio, perché, piglia quello e scegli quell’altro, alla fine il minestrone è uscito senza sapore nè sostanza, un po’ come la sbobba di Papillon alla Guyana Francese. Una bizzarra conventicola di soliti ignoti, con una “pandemia”, bene o male questa è, che ha brutalizzato il sistema salute viterbese. Ci si allappa oggi la bocca con l’indice RT che in Asl dovrebbe essere il pane e companatico della Epidemiologa Ufficiale: la dottoressa Angelita Brustolin.

Una valente professionista che un ex Commissario Straordinario aziendale, tale Luigi Macchitella (finito sotto inchiesta in Umbria per via di un call-center fantasma ed a Roma per lo scandalo delle agenzie di pompe funebri), il quale ha generosamente regalato ai viterbesi l’attuale Direttore Generale (torneremo presto su questo) da lui medesimo portata dall’Umbria (occhio) come Direttore Amministrativo, investì dell’incarico del Registro Tumori, Unità Funzionale dello SPRESAL con al timone ovviamente il dottor Augusto Quercia, capitano di lunghissimo corso.

Peccato, però, che l’arcigno e scontroso Macchitella fosse pure poco attento alle date: la delibera di assegnazione di quell’incarico è la 633 dell’ 11/06/2015, mentre la Legge Regionale n° 7, “Istituzione del Registro Tumori di popolazione della Regione Lazio” reca clamorosamente la data del 12/06/2015 ( con pubblicazione BUR del 16.06). Incredibile, Macchitella meglio del Mago Othelma: una delibera che precede di almeno un giorno la Legge sulla quale poter deliberare questa sì che é vera prevenzione.

Vai alla Asl, ragazzo! Il Governatore del Veneto, Luca Zaia, è notizia corrente, intendeva spedire i veterinari a fare i tamponi con la giustificazione che “l’uomo è un mammifero”: bhè, come i delfini, le balene, e vabbè, esiste sempre l’anatomia comparata. Giusto il rifiuto di questi professionisti, essendo la competenza solo medica. Noi siamo invece antesignani: a Viterbo un veterinario dirige il TOC, magari con la collaborazione/assistenza di un ex paramedico (sensibile scrittore di poesie, brillante dirigente sportivo, fine intrattenitore, acuto intervistatore, collaboratore in ambito di indagini di PG, ma pur sempre proveniente dai ranghi del comparto sanitario) ed attendevamo sul punto la voce della dottoressa Silvia Aquilani (di fresca nomina a Direttore SISP, nell’epica scelta, post concorso, a discapito della vincitrice dottoressa Migliorati) o perlomeno del dottor Augusto Quercia (spento e passivo, dopo trent’anni spesi a prevenire), ed invece ecco l’imbarazzante silenzio di due soldatini diligenti: “Agli ordini”. E qualcuno gli dia il riposo, stanno ancora sugli attenti.

Vai alla ASL, ragazzo! Non è bastata una Legge, la n° 77 del 17/07/20, non sono bastati due DCA ( il 219/2014 ed il 359/2016), non è bastata la autorizzazione specifica del 30/03/2020, nota regionale n° 0256288, no. I tamponi per il Covid-19 sono, di fatti, ancora processati dalla Genetica Molecolare, forse per il rincorrersi di nomi che si legano affettuosamente anche nella vita di tutti i giorni (Parentopoli docet): la bionda signora posta a dirigere detto Laboratorio, il nero-corvino (come l’assessore regionale in tema) ex Direttore Sanitario di Belcolle ed ora alle Cure Primarie.

Vai alla ASL, ragazzo! E nessuno fiata, la riconfermata DG (tra poco torneremo su di lei, attendeteci) dalla immunità/impunità imperante benedice, dirige, “batte col remo chiunque s’adagia”, forse intuisce pure e blocca i lavori al Laboratorio analisi di Belcolle (transazione Prisma della impagabile sociologa Annunziata Minopoli), ma… vai alla Asl, ragazzo, sempre che tu abbia la tessera giusta.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui