Vallerano, altra famiglia cinese opta per “l’isolamento” precauzionale

Il sindaco Gregori tranquillizza: "Non mostrano sintomi, stanno bene. Misura per tutelare la popolazione ma anche la stessa famiglia"

477
vallerano

Altra famiglia cinese in “isolamento” nella Tuscia, questa volta a Vallerano.

Tornati dalla Cina lo scorso 29 gennaio, fino al 14 febbraio terranno chiusa la loro attività evitando il contatto con il mondo esterno. La decisione viene dalla famiglia stessa dopo le ultime notizie sul Coronavirus e i relativi (spesso esagerati) allarmismi nati nella popolazione.

“Una misura precauzionale – ammette il sindaco Gregori – atta a tutelare tanto la popolazione quanto la stessa famiglia”. La speranza è quella di evitare loro spiacevoli problemi di sicurezza dovuti a teste calde (quelle non mancano mai) o eccessivi timori.

L’intera famiglia, in ogni caso, sta bene e non sembra al momento mostrare sintomatologie affini al contagio da Coronavirus. La località da cui provengono, tra l’altro, è una regione della Cina ben lontana dalla zona calda di Wuhan. Durante il periodo di isolamento, il comune provvederà a supportarla per qualunque necessità, compresa la spesa.

E’ il secondo caso, intanto, nella Tuscia in cui una famiglia cinese opta per l’isolamento autonomo. Il primo, nelle scorse ore, è avvenuto a Caprarola.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui