Vallerano, il parere del consigliere Polidori sulla festa di San Vittore: “Dispiace che non ci si possa godere al meglio la festività”

245
jacopo polidori
Jacopo Polidori

Giorni di festa a Vallerano per la festa di San Vittore Martire, patrono del paese. La festa si è svolta nonostante il covid, seguendo alcune restrizioni.

La questione ha sollevato alcuni dubbi circa la priorità di investire su questa festa in un periodo del genere, complicato sia sul piano sanitario che economico.

Abbiamo quindi raggiunto telefonicamente il consigliere comunale Jacopo Polidori per chiedergli un parere sulla celebrazione:

“Dispiace che la festività non sia stata vissuta al meglio dalla comunità, è sempre un bel momento per il paese. Tuttavia sono anche dell’avviso che bisognerebbe separare politica e religione, arriviamo comunque da un lockdown in cui ci sono stati e continuano ad esserci morti e in cui molte attività hanno chiuso. Per ovvi motivi la festa è stata meno frequentata rispetto gli scorsi anni, la presenza di persone in giro era minore. Mi lascia perplesso come in Comune sia stata data la priorità ad una festa religiosa, quando ci sono situazioni ben più gravi, nonostante ritengo la festa di San Vittore molto importante.

Siamo comunque vicini alle persone che si sono battute per la celebrazione di questa festa, che rappresenta una bellissima tradizione per il paese.

Devo comunque complimentarmi con chi ha proceduto all’organizzazione prima e gestione poi della festività, è stata organizzata alla perfezione nonostante la pandemia.

Ho avuto un’educazione laica, che mi fa dare la precedenza ai problemi della gente piuttosto che a quelli religiosi, sono di questa idea e può essere condivisibile o meno, a prescindere da ciò, continuerò a battermi per ciò che ritengo giusto.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui