Vertenza gruisti Gtc, congelato lo stato di agitazione in attesa di chiarimenti dall’Authority

I sindacati hanno deciso d’accordo con i 16 gruisti di congelare lo stato di agitazione e chiedere un incontro urgente con società e Autorità di sistema portuale.

312

Vertenza Gtc, i sindacati hanno deciso d’accordo con i 16 gruisti di congelare lo stato di agitazione indetto lo scorso 11 giugno e chiedere un incontro urgente con società e Autorità di sistema portuale.
“Premesso che è ormai chiaro che insiste un problema nella gestione di corrette Relazioni Industriali da parte della Adsp nei nostri confronti, – scrivono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti – presupposto per cui riteniamo sia arrivato il momento di un chiarimento per evitare più gravi incomprensioni tra le parti, le scriventi, in riferimento all’annullamento della riunione convocata dall’Authority per le 17 di ieri, peraltro comunicataci a mezzo mail soltanto quattro ore prima, con l’avallo e il grande senso di responsabilità da parte dei lavoratori, congelano lo stato di agitazione”. Un segnale di distensione al quale però dovrà corrispondere un chiarimento immediato.
“Contestualmente, però, – prosegue la nota dei sindacati – le scriventi chiedono all’Adsp di farci conoscere gli elementi già acquisiti da parte dei Soci della Gtc durante la riunione del 12 giugno, in maniera da poter condividere un percorso congiunto e costruttivo teso alla positiva risoluzione della vertenza, le cui ricadute, ricordiamo, impattano pesantemente sui lavoratori e le loro famiglie, motivo per cui è nel loro diritto conoscere in tempo le considerazioni e le possibili soluzioni che si intendono adottare e perseguire”. Per questo i sindacati chiedono l’immediata e urgente convocazione di una riunione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui