Via Cairoli già mostra segni di usura. Il Comune intervenga prima che la situazione peggiori

A lanciare l'allarme un commerciante. Due anni fa, causa lavori, la strada restò chiusa per mesi

61

A distanza di soli due anni dal rifacimento totale, alcuni tratti di via Cairoli mostrano i segni dell’usura.

Lastre di peperino laterali – non più cementate – che oscillano, il travertino delle strisce pedonali si sta erodendo, sanpietrini che in alcune zone sono già allentati.

Senza considerare la toppa di asfalto messa da Talete dopo i lavori eseguiti per porre rimedio all’ennesima rottura delle condutture idriche lo scorso 7 settembre. L’asfalto sta già cedendo e non si ha notizia del lastrone di peperino rimosso.

A segnalare le varie criticità, tra cui le avvisaglie di piccoli cedimenti, un commerciante della strada che esorta il Comune a effettuare un sopralluogo. Basterebbe un pizzico di ordinaria manutenzione per evitare che la situazione peggiori.

Gli esercenti di via Cairoli – memori dei sette mesi di lavori che hanno fortemente penalizzato, per non dire pressoché azzerato, il loro volume d’affari – non vogliono assolutamente trovarsi a dover rivivere quella Via crucis.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui