Vigili del Fuoco, già operativo il nuovo comandante Davide Pozzi

Sostituisce Emanuele Pianese, che va alla direzione regionale di Puglia

716

È operativo il nuovo comandante dei vigili del fuoco di Viterbo: l’ingegner Davide Pozzi. Che sostituisce Emanuele Pianese, destinato alla direzione regionale dei pompieri della Puglia.

Il nuovo comandante è nato nel 1971 a Roma. Si è laureato, con lode, in  ingegneria civile all’università La Sapienza. Ha conseguito un  master di secondo livello in Amministrazione e governo del territorio, all’università Luiss Guido Carli – School of government, e un master di secondo livello in sistemi informativi geografici, a Tor Vergata.

Ha lavorato per circa tre anni in  una società di ingegneria del  settore progettazione e direzione  lavori di grandi opere infrastrutturali. Nel 2002, dopo aver superato un concorso  pubblico, inizia la sua attività  professionale come funzionario  direttivo del corpo nazionale dei  vigili del fuoco, prestando  servizio al comando di Varese.

Nel 2006 si trasferisce a Roma, alla direzione centrale per le risorse logistiche e strumentali, dove riveste la funzione di vicario del dirigente dell’ufficio per i servizi informatici del dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile. In questi anni partecipa allo sviluppo di numerosi progetti di innovazione tecnologica e di informatizzazione delle attività istituzionali del corpo nazionale. Si occupa della realizzazione dei sistemi tecnologici finanziati con il Programma operativo nazionale (Pon 2007-2013) e prende parte a numerosi progetti comunitari di ricerca e sviluppo (rientranti nei programmi quadro europei FP7 e Horizon 2020) inerenti l’innovazione dell’attività dei vigili del fuoco.

Coordina la progettazione e la realizzazione delle sale operative 115-112Nue e delle relative infrastrutture tecnologiche, per numerosi comandi provinciali vigili del fuoco sul territorio nazionale. Ha preso parte alle emergenze post sismiche all’Aquila (2009), in Emilia Romagna (2012), nel Centro Italia (2016), partecipando alle attività per la messa in sicurezza degli edifici danneggiati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui