Appuntamento sabato 3 luglio alle ore 18,30; protagonista l'attore e narratore Marco Rossi

Vignanello celebra il sommo poeta Dante Alighieri

259

Sarà una narrazione su Dante per celebrare il 700° anniversario della morte del Sommo Poeta. L’appuntamento è per sabato prossimo, 3 luglio, alle ore 18,30 presso il Bar Chalet, via Vignola, adiacente la Scuola materna a Vignanello. L’evento è organizzato dall’associazione culturale “Il fascino del passato” in collaborazione con la Biblioteca comunale, l’associazione TusciaE20 e il patrocinio del Comune di Vignanello.
L’occasione è offerta dalla presentazione del libro “La rosa di Dante. Il poeta, il fiore, la santa” di Giuseppe Rescifina pubblicato dalle Edizioni Silvio Pellico di Montefiascone e stampato presso la più antica tipografia (1695) ancora oggi funzionante in Italia.
Protagonista sarà Marco Rossi, attore-narratore di comunità Unitus dell’associazione culturale “Il fascino del passato”, già più volte autore di narrazioni in località storiche della Tuscia.

Il libro è un approfondito saggio strutturato su tre percorsi fondamentali: Dante e il suo rapporto con il meraviglioso fiore; il simbolismo della rosa, che ancora oggi caratterizza le moltissime specie; la giovinetta viterbese dal nome Rosa, vissuta nel XIII secolo, santa per via della grande devozione dei viterbesi che dura da molti secoli.
La narrazione servirà per ricordare luoghi e personaggi, episodi noti e meno noti del Viterbese citati da Dante nella Divina Commedia: il Bulicame, il terribile delitto del 1271 nella chiesa di San Silvestro a piazza del Gesù a Viterbo e la presenza dei Papi nel XIII secolo nella Tuscia.
Al termine dell’evento ai partecipanti alla narrazione sarà offerto un aperitivo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui