Vincolo paesaggistico, alto rischio per lo sviluppo. Ricorso degli imprenditori?

La pubblicazione del vincolo paesaggistico sulla gazzetta ufficiale ha subito destato malcontento e inquietudine tra gli imprenditori locali

0
220
valle faul
Da Valle Faul comincia il vincolo dei 1600 ettari
Segui
( 0 Followers )
X

Segui

E-mail : *

sagginiLa notizia della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del vincolo di 1.600 ettari di terreno alle propaggini della città di Viterbo, da Porta Faul fino allo svincolo della superstrada, in località Masse di S. Sisto, anche se era un evento largamente annunciato, ha destato meraviglia e anche molte contrarietà.

Quanto però pubblicato è solo la parte letteraria del testo, che contiene al suo interno otto planimetrie di tutto il territorio vincolato, e prende in esame ettaro per ettaro, tutti i provvedimenti adottati, elencando le cose possibili, come, quando e perché. Attualmente la sola lettura del testo non consente un esame approfondito di quelle che saranno le conseguenze del provvedimento sotto un profilo puramente tecnico. Solo l’esame di queste cartografie, potrà chiarire tutti gli aspetti appena enunciati genericamente, nella parte letteraria del provvedimento. Da quanto abbiamo potuto apprendere, parlando con alcuni imprenditori viterbesi, tutti gli uffici tecnici sono in attesa delle cartografie, per poter esprimere un loro parere, e per poter capire le vere preoccupazioni che alimenta il vincolo. L’arrivo di tali documenti tecnici è atteso per la settimana prossima. Solo dopo tale pubblicazione tutti gli uffici tecnici saranno in grado di articolare una loro risposta, che al momento nessuno è in grado di formulare.

Infatti, all’interno dei 1.600 ettari di territorio insistono tanti progetti. Uno su tutti sono le ex Terme Inps che dovranno essere ristrutturate, secondo il progetto che a breve, l’advisor scelto con la gara dei mesi scorsi, consegnerà al Comune di Viterbo. Poi c’è il progetto della Free Time che aveva già ricevuto l’approvazione del Consiglio Comunale, e poi ci sono altri progetti che erano pronti a partire. In definitiva, la pubblicazione del provvedimento, oltre alla notizia già conosciuta del vincolo su 1.600 ettari, non aggiunge niente a quanto già conosciuto, gli conferisce solo l’ufficialità della pubblicazione. Tutti attendono le cartografie per poter capire appieno le caratteristiche puramente tecniche del vincolo. Staremo a vedere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here