Stasera al Rocchi debutta “Vorrei che fosse ogni giorno domenica”, il nuovo inno della Viterbese scritto e cantato dal cantautore made in Tuscia

Viterbese-Avellino, prima del match il nuovo inno dei gialloblu scritto e cantato da Federico Meli

110

Non poteva esserci atmosfera migliore per la prima di campionato all’Enrico Rocchi. Seppur in uno stadio semideserto per via delle stringenti disposizioni anti-Covid, stasera i leoni gialloblu torneranno a giocare in città per la seconda giornata di campionato contro l’Avellino.

A caricare ancor di più i giocatori sarà Federico Meli, cantautore viterbese conosciuto per essere stato il frontman del gruppo “Giorni Anomali”, che stasera prima del fischio d’inizio canterà il nuovo inno della Viterbese: “Vorrei che fosse ogni giorno domenica”.

Già, per chi frequenta o ha frequentato il Rocchi negli ultimi anni queste parole sono familiari, dato che sono anche l’inizio di un coro che ha fatto il giro d’Italia partendo proprio dalle gradinate dello stadio di Viterbo. Il coro, uno dei più apprezzati dalla curva tanto da diventare quello di riconoscimento, non a caso è proprio frutto della vena cantautoriale di Federico Meli, che moltissimi anni fa ne scrisse il testo per farlo cantare a squarciagola a tutti i tifosi gialloblu.

“Vorrei che fosse ogni giorno domenica” è anche frutto del supporto del produttore musicale Alessio Forlani, anche lui vecchia fiamma dei “Giorni Anomali”. Il presidente Marco Arturo Romano, concedendo a Meli l’opportunità di poter scrivere il nuovo inno della società, dimostra ancora una volta di comprendere al meglio quanto sia importante per la squadra l’attaccamento con la città.

Peccato che in questa giornata di festa l’Enrico Rocchi non possa gremire di persone pronte ad ascoltare il nuovo inno che, siamo sicuri, sarà destinato ad entrare nel cuore e nella mente di tutti i tifosi della Viterbese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui