Viterbese corsara, vince 3-0 contro una Casertana ridotta in 9 uomini dal Covid-19

124
Casertana Viterbese 21/12/2020
La Casertana si presenta con 9 giocatori disponibili

I leoni gialloblu vincono 3-0 lo scontro salvezza con la Casertana, in un clima surreale. Inizia infatti con 45′ di ritardo il match tra la squadra campana e la Viterbese, causa intervento tempestivo dell’ASL locale per effettuare controlli aggiuntivi. La squadra di casa si è presentata con soli 9 uomini (già 15 non convocabili causa Covid-19), i quali sono stati sottoposti ad un ulteriore test rapido dall’ente locale.

FORMAZIONI

CASERTANA: Avella, Santoro, Petruccelli, Castaldo, Fedato, Ciriello, Matese, Origlio, Polito
A disposizione: nessun uomo causa Covid-19 Allenatore: Federico Guidi.

VITERBESE: Daga, Bianchi, Markic, Baschirotto, Urso, Palermo, Bensaja, Bezziccheri, Salandria, Simonelli, Rossi
A disposizione: Borsellini, Maraolo, Ferrani, De Santis, Menghi E., Falbo, Sibilia, De Falco, Galardi, Calì, Tounkara Allenatore: Roberto Taurino

MARCATORI: Salandria 19′ (V), Rossi (V) 49′ rig., 64′

CRONACA

Il match domenicale parte in discesa per la squadra ospite, la quale si trova in doppia superiorità numerica già a partire dal fischio d’inizio. I leoni gialloblù sembrano sicuri già di portare a casa i tre punti e partono al piccolo trotto, limitandosi a girare palla aspettanto il varco giusto. Varco che arriva al 19′ con Salandria che con un destro preciso dal limite non lascia alcuna possibilità ad Avella di ribattere, 0-1 Viterbese. Il primo tempo è caratterizzato da un dominio del possesso palla per la squadra laziale che va vicina al doppio vantaggio al 43′ con Rossi che spreca a due passi dalla porta su cross di D’urso. Da segnalare comunque l’ottimo atteggiamento della squadra locale che, seppur in 9 uomini, tiene testa ad una Viterbese che finora appare alquanto svogliata. Il secondo tempo riparte con un cambio conservativo nella squadra ospite, esce Bensaja, ammonito durante il primo tempo, entra De Falco. Si comincia con gli stessi presupposti del primo tempo, sono gli ospiti a fare la partita. Al 49′ Rossi viene atterrato in area, è calcio di rigore. Lo calcia lo stesso Rossi che sigla così il 2-0 per i laziali. La stessa punta viterbese trova anche la doppietta personale al 63′ mettendo in rete di testa su cross di Simonelli, portando il risultato sul 3-0. La partita continua con un susseguirsi di occasioni per la squadra ospite, che però non infierisce su un avversario già decimato nei numeri. Finisce 0-3 allo Stadio “Alberto Pinto” di Caserta.

L’ANALISI

Oggi serviva una vittoria nello scontro salvezza contro i campani, vittoria che puntuale è arrivata. Anche se in un clima surreale come quello visto oggi allo Stadio “Pinto”. Da salvare è sicuramente il risultato, arrivato anche grazie alle gravi mancanze tra le file della squadra di casa, stessa cosa non si può dire della prestazione. Lo stesso mister Taurino non è contento della prova dei suoi, soprattutto nel corso del primo tempo, durante il quale si sono visti ritmi piuttosto blandi, conditi da un’aggressività pressoché mancante. Meglio durante la ripresa, ma c’è ancora molta strada da fare. Si può stare tranquilli poiché i risultati stanno arrivando e la zona retrocessione è ormai alle spalle, anche se solo distante due punti. Da segnalare il ritorno tra i convocati della punta titolare Tounkara, reduce da un infortunio subito contro il Potenza. Appuntamento a mercoledì, giorno in cui la Viterbese sfiderà in casa la Virtus Francavilla, per continuare a sperare nella salvezza.

IL COMUNICATO DELLA LEGA PRO IN MERITO AL RINVIO

“In base al comunicato ufficiale n.54/L del 6 ottobre 2020, ‘Disposizioni Gare Lega Pro – emergenza Covid-19’, che riprende la regolamentazione approvata dal Comitato Esecutivo dell’Uefa il 3 agosto 2020, viene previsto al punto 2 che qualora vi siano meno di 13 calciatori della rosa della prima squadra che siano risultati negativi al virus Sars-CoV-2, su istanza del club interessato, la Lega potrà autorizzare il rinvio della gara e la riprogrammazione della stessa alla prima data utile. In tale conteggio, per prassi consolidata, devono essere presi in considerazione anche i calciatori squalificati e infortunati facenti parte della rosa della prima squadra. La società Casertana, all’esito dei test effettuati, risulta avere un totale di 16 calciatori negativi al virus SARS-CoV-2 facenti parte della rosa della prima squadra. Tale situazione non ha pertanto consentito il rinvio della gara”. E viene aggiunto che: “La deroga consentita dal punto 4 delle citate ‘Disposizioni gare Lega Pro-emergenza Covid-19’ che prevede per i club per ‘una sola volta nell’arco della stagione regolare del Campionato Serie C 2020-2021’ la possibilità di chiedere il rinvio della gara qualora ‘quattro o più calciatori della rosa della prima squadra dovessero risultare positivi al virus SARS-CoV-2’, è stata già utilizzata dalla società Casertana in occasione della gara Bisceglie – Casertana che doveva essere disputata lo scorso 16 dicembre e che è stata rinviata a data da destinarsi proprio su istanza del club”. La Lega Pro si dice “consapevole delle gravi difficoltà che la pandemia sta generando alle nostre società, ma come Lega abbiamo il compito di applicare le regole in maniera uniforme per tutti i nostri club anche in situazioni come questa in cui tale compito è particolarmente gravoso. Ci sono stati confronti e collaborazione continua con i club e le Autorità.  La situazione che viviamo è complicata e può presentare più casistiche: la garanzia può essere solo il regolamento Uefa che viene applicato”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui