Viterbese eliminata in Coppa dal Teramo, ecco le pagelle gialloblù!

83
viterbese

Vincerla ancora sarebbe stato quasi impossibile, ma difenderla un po’ meglio era fattibile. Il riferimento è alla Coppa Italia Serie C, vinta l’anno scorso dalla Viterbese grazie a una cavalcata incredibile. Quest’anno, invece, i gialloblù escono dalla competizione alla prima partita giocata, quella di ieri sera contro il Teramo. Al “Rocchi” c’era in ballo la qualificazione agli ottavi, in una gara a eliminazione diretta che ha visto trionfare i biancorossi di Tedino.

Il match si è disputato con ritmi elevati e una buona intensità di gioco. In campo si sono visti tantissimi giovani, soprattutto sulla sponda gialloblù, visto che in formazione c’erano cinque under come Maraolo, Urso, Ricci, Bianchi e Sibilia, più gli ingressi di altri tre, ossia Zanoli, Simonelli ed Errico. Tanti cambi e qualche rotazione che Lopez ha scelto di fare per vedere all’opera giocatori meno impiegati o per dare minutaggio ad altri che ne avevano bisogno. Nel primo tempo, però, la Viterbese ha un po’ pagato questa situazione e non è riuscita a mettere in campo la sua solita organizzazione, soffrendo il palleggio di qualità di un Teramo aggressivo e ordinato.

Il goal segnato da Cancellieri dagli sviluppi di un corner al 23’ è viziato da un evidente stop di braccio, oltre ad essere l’unico pericolo creato dalla squadra di Tedino in tutta la partita, insieme a una conclusione di Cianci parata da Maraolo. La Viterbese non sarà stata brillante e pimpante come spesso si è visto, ma non ha assolutamente meritato la sconfitta. La squadra di Lopez ha prodotto almeno cinque nitide palle goal, due nel primo tempo con Antezza, altre due con Tounkara nel secondo più una mischia clamorosa nell’area avversaria nella quale nessun giocatore è riuscito a spingere la palla in porta da pochi passi. E’ mancata la precisione, ma non il cuore e la voglia di passare il turno. Insomma, considerando tutte queste circostanze, c’è grande amarezza per una sconfitta immeritata che ha visto la Viterbese uscire dalla Coppa che voleva difendere.

Ecco, più nel dettaglio, l’analisi della partita della Viterbese attraverso le pagelle:

Maraolo: voto 6 – Grandissima parata nel primo tempo su un tiro deviato di Cianci dal limite dell’area, ma clamorosa ingenuità nella ripresa, quando in uscita su un lancio lungo blocca la palla fuori dall’area provocando una punizione pericolosa e rimediando un giallo. Poco impegnato per il resto della partita.

Atanasov: voto 5.5 – L’anno scorso decise lui la finale con il Monza segnando all’ultimo minuto la rete decisiva. Il suo cammino di quest’anno, invece, dura 45 minuti. Lopez lo sostituisce con Zanoli a fine primo tempo, giocato non sui suoi soliti livelli. Soffre le imbucate e i movimenti dell’attacco del Teramo, qualche imprecisione anche in fase di impostazione. Non sono mancate, comunque, alcune belle chiusure.

Milillo: voto 6 – Ordinato e voglioso di riscatto dopo qualche prova opaca in campionato. Nonostante la stazza non soffre la velocità degli attaccanti biancorossi, buona prova in fase di impostazione.

Ricci: voto 5.5 – Spesso impreciso con la palla, perde la marcatura sul goal di Cancellotti, ma la sua prova non è tutta da buttare. Non facile, comunque, per un classe 2001.

Bianchi: voto 5.5 – Il pressing del Teramo lo mette in difficoltà, si fa vedere poco in avanti, ma non sbaglia in fase difensiva.

Besea: voto 6.5 – Uno dei migliori tra le fila dei gialloblù. Motore instancabile, recupera tanti palloni. Uno come lui ci vuole sempre in campo.

Sibilia: voto 6 – Gioca da play per sostituire De Falco e se la cava abbastanza bene. Fa girare la squadra, ma soffre un po’ l’intensità della partita.

Antezza: voto 5 – Pesano tantissimo le due occasioni sprecate, di cui una clamorosa, nel primo tempo. Alcuni errori di misura nei passaggi, non nella massima forma.

Urso: voto 6 – Esordio dal 1’ minuto per lui con la maglia della Viterbese. Buona qualità in fase di possesso, preciso nelle diagonali difensive.

Culina: voto 6 – Prova a farsi vedere muovendosi molto, ma viene servito poco. Buone giocate con la palla tra i piedi, dimostrando di avere tecnica e personalità.

Volpe: voto 5.5 – Come Culina, anche lui viene servito poco. Spesso si è trovato isolato contro tutta la difesa, combatte su tutti i palloni ma non riesce ad essere pericoloso.

Zanoli: voto 6; Simonelli voto 6.5; Tounkara voto 5; Errico voto 5.5; Bensaja s.v. – Diverso impatto dei subentrati sulla partita, mandati in campo da Lopez per provare a pareggiare. Partita ordinata e senza sbavature di Zanoli, frizzante e attivo Simonelli. Tounkara si muove tanto, offre molte linee di passaggio ma sbaglia due clamorose opportunità a tu per tu con il portiere, mentre Errico non riesce a dare i suoi strappi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here