Dopo il sontuoso match col Rende è lecito sognare

Viterbese, intervista a Marco Arturo Romano: “Farò di tutto per essere il presidente dell’approdo in serie B!”

Andiamo a conoscere meglio e da vicino il presidente del nuovo corso, che ha raccolto l'eredità dell'indimenticato e indimenticabile Piero Camilli, e che ha già conquistato il cuore dei tifosi e avviato una "rivoluzione" societaria coraggiosa e promettente

Romano - Masotti
Ieri sera è stata festa, al Rocchi, per la goleada dei gialloblù ai danni del Rende. D’ accordo, la squadra calabrese – età media la più bassa della serie C – non è quello che si definirebbe uno “spauracchio” e se la sta passando proprio maluccio, ma il secondo tempo dei ragazzi di Lopez è stato comunque uno spettacolo, che fa ben sperare per il futuro della Viterbese in questa stagione.
Una ragione di più per andare a conoscere meglio e da vicino il presidente del nuovo corso, che ha raccolto l’eredità dell’indimenticato e indimenticabile Piero Camilli, e che ha già conquistato il cuore dei tifosi e avviato una “rivoluzione” societaria coraggiosa e promettente. Godetevi questa intervista “a cuore aperto” con Marco Arturo Romano, realizzata giusto ieri prima del trionfale match col Rende.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui