Scende in campo il presidente

Viterbese, la carica di Romano: “Possiamo giocarcela con chiunque”

128
marco arturo romano viterbese
Il nuovo presidente della Viterbese, Marco Arturo Romano

La sconfitta di Potenza è ancora fresca nella mente della Viterbese. Il 3-0 subito ha lasciato non poche scorie negative nell’ambiente gialloblù, soprattutto per la prestazione. Che fosse una partita complicatissima, infatti, lo si sapeva, ma perdere così nettamente e senza mai impensierire l’avversario non è mai bello. A differenza delle partite precedenti, a Potenza sono mancate anche alcune componenti che permettevano alla squadra di Lopez di essere sempre viva, come la determinazione, il carattere e la voglia. Con la sconfitta di domenica, poi, ora sono due punti nelle ultime tre partite, nelle quali la Viterbese non ha fatto vedere un grande gioco, subendo molto l’avversario. Non bisogna mai dimenticare, però, che questa è una squadra ancora martoriata dagli infortuni, tutta nuova e piena di giovani. Con il tempo, quindi, ci sono tutte le possibilità affinché i gialloblù possano migliorare ancora.

Concetti su cui punta molto anche il presidente Marco Arturo Romano. Il patron gialloblù ha capito il momento di difficoltà e, dopo la sconfitta di Potenza, si è fatto sentire per ricaricare l’ambiente. “Sono sicuro – scrive Romano – che abbiamo un gruppo di calciatori e tecnici di livello alto. Abbiamo molti calciatori infortunati, dobbiamo avere pazienza e cercare di rimanere a ridosso della zona playoff. Sono convinto, e i fatti lo dimostrano, che con la squadra al completo possiamo giocarcela con chiunque. Chiedo a tutti di starci vicino e prometto a gennaio di rinforzare una rosa già forte. Forza Viterbese! Sempre!”

Oltre agli infortuni, bisogna tener conto anche del calendario. Nelle prime otto giornate, infatti, la Viterbese ha già incontrato superpotenze come Bari, Catania, Catanzaro e Potenza. Prestazioni positive con tutte tranne che, come detto, contro i rossoblù. Ora, invece, inizia un ciclo di partite più abbordabili. Tra il 13 e il 27 ottobre la squadra di Lopez incontrerà Bisceglie, Rende, Rieti e Sicula Leonzio, vale a dire le ultime tre in classifica e la quindicesima. Tre di queste partite, inoltre, si giocheranno tra le mura amiche del Rocchi. Proprio in queste gare, allora, la Viterbese dovrà mettere in mostra i miglioramenti previsti e aumentare il bottino in classifica, considerando anche la possibilità di recuperare qualche infortunato importante come Besea e Tounkara. Se il primo obiettivo è la salvezza, credere nei play-off non è assurdo, come anche Romano ha fatto notare.

Viterbese - Catanzaro

La Viterbese, quindi, è tornata a lavorare ieri per prepararsi al meglio a queste sfide importanti. Domenica 13 ottobre al Rocchi arriva il Bisceglie, match per il quale sono state scelte le designazioni arbitrali. Il fischietto sarà Cristian Cudicini di Fermo, coadiuvato dagli assistenti Mirco Carpi Melchiorre di Orvieto e Andrea Cravotta di Città di Castello. Gli allenamenti dei gialloblù continuano ad essere lontani da Viterbo, a Canepina per la precisione. Non dovrebbe mancare molto, tuttavia, al trasferimento definitivo della squadra al campo del Pilastro. Il prossimo passo è ottenere l’omologazione, poi potrà essere aggiunto lo strato del sintetico a quello attuale. Tutto dovrebbe terminare per la fine di ottobre e l’inizio di novembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here