Viterbese, la prima volta di Romano: “Grazie, Camilli! E subito nuovo nome per rappresentare tutta la provincia”

Si è conclusa la cerimonia di presentazione del nuovo presidente della Viterbese. Piero Camilli, dopo anni di successi e trofei passa il testimone a Marco Arturo Romano

958
marco arturo romano viterbese
Il nuovo presidente della Viterbese, Marco Arturo Romano

Ora si può dire. Finalmente è arrivata anche l’ufficialità. Marco Arturo Romano è il nuovo presidente della Viterbese. L’annuncio è di questa sera, comunicato direttamente da Romano ai giornalisti nella sala stampa del “Rocchi”. Mentre nella pancia dello stadio avveniva la presentazione della nuova società, inoltre, un buon gruppo di tifosi si è raccolto all’interno. Troppo forte il desiderio di vedere in prima persona gli uomini che costruiranno la nostra nuova Viterbese.

L’ingegnere originario di Cassino prende il posto del Comandante Piero Camilli, alla guida della squadra che ama e amerà per sempre per sei anni. Faticosi, sicuramente. Ma soddisfacenti, altrettanto certo. Sotto la sua gestione i gialloblù sono ripartiti dai bassifondi del calcio dilettantistico, per poi risalire fino a tre anni consecutivi di play-off per la Serie B. Senza dimenticare la storica vittoria della Coppa Italia Serie C di questa stagione. I troppi torti subiti nel corso di questi anni lo hanno spinto a lasciare. Ora tocca a Romano.

Proprio il nuovo presidente gialloblù prende la parola per esprimere il suo entusiasmo. “Oggi inizia la nuova era, afferma Romano. Sono felicissimo di essere a Viterbo. Questo passaggio era già concluso tre settimane fa nel preliminare in cui era stato definito tutto, bisognava soltanto aspettare il termine della fideiussione bancaria. Devo ringraziare Camilli perché ha avuto fiducia in me dal primo momento, tanto che la trattativa l’abbiamo chiusa in 20 minuti. Inizia un nuovo progetto che speriamo sia vincente, l’obiettivo è portare in alto questi colori. Vi chiedo, però, un po’ di pazienza, ci vuole tempo per realizzarlo.”

Romano chiarisce anche come intende sviluppare il suo nuovo progetto: “Partiremo soprattutto dai giovani da integrare con i calciatori che già abbiamo per poi trovare uno o due innesti importanti. Domani annunceremo già qualche nuovo acquisto di alcuni giovani che provengono da società di Serie A”. Chiedo ai tifosi di starci vicino, così come agli imprenditori, spero di riavvicinare tutti alla Viterbese. Il Comune si è messo subito a disposizione, tutti insieme possiamo far nascere un progetto futuro.” Un’altra volontà precisa del neo-presidente è cambiare il nome della sua società: “A me non piace questo nome, lo dico in tutta sincerità, la Viterbese rappresenta tutta la provincia di Viterbo, non ha senso che sul nome di questa società ci sia quello di un altro comune. Abbiamo chiesto in Lega per cambiare e faremo di tutto per riuscirci già a partire da quest’anno.

Continua Romano: “Noi in questi giorni abbiamo lavorato e contattato tantissimi calciatori. Corsi sarà il responsabile dell’area tecnica, Lancetti il direttore sportivo. Ci siamo incontrati anche con Calabro e ha affermato la sua volontà di accettare di essere l’allenatore. Sicuramente ci sarà ancora molto da sistemare, soprattutto a livello di rosa. Faremo investimenti anche dal punto di vista della tecnologia dello stadio, che deve diventare un punto di incontro per tutta la città. Vogliamo avere la possibilità di costruire nel più breve tempo possibile anche la tribuna Prato Giardino”.

Costruire un progetto vincente attraverso i giovani, investimenti sullo stadio e riavvicinamento di tutta la provincia alla squadra. Sono questi i punti cardine della nuova era Romano. In bocca al lupo per tutto! E, ancora una volta, grazie Comandante!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui