Viterbese, ora è crisi profonda. Le pagelle gialloblù contro l’Avellino

110
Viterbese-Monza

Crisi profonda, profondissima. La serie di risultati negativi della Viterbese non sembra avere pace. Ieri, infatti, i gialloblù hanno incassato l’ennesimo KO, perdendo in casa contro l’Avellino. Un 1-0 frutto di una rete arrivata dopo appena tre minuti dal fischio d’inizio e di una reazione della Viterbese che non è stata sufficiente. I leoni ci hanno provato fino alla fine ad ottenere almeno un punto, ma più con il cuore e la rabbia che con l’organizzazione e il gioco.

L’approccio è stato negativo. Nel primo quarto d’ora la Viterbese ha subito la rete decisiva e rischiato anche di prendere il raddoppio, soffrendo molto l’intensità, l’aggressività e il pressing alto degli irpini. Con il passare del tempo i gialloblù hanno preso possesso del campo, mentre l’Avellino è andato gradualmente in calo, abbassandosi sempre di più fino a rinunciare totalmente alla fase offensiva. Approfittando della stanchezza della squadra di Capuano, allora, la Viterbese ha comandato la partita per la seconda parte del primo tempo e per tutto il secondo. Spesso, però, la palla girava con imprecisione, con mancanza di lucidità. Colpa sicuramente del fatto di aver trovato di fronte una difesa organizzata, ma sintomo anche di un momento non positivo, soprattutto mentalmente.

Nonostante ciò, tuttavia, le occasioni per pareggiare non sono mancate. Due importanti nel primo tempo, prima con la parata di Tenti su Volpe, poi con lo stesso attaccante che non è arrivato per un soffio a mettere in rete sul cross di Errico. Altre due opportunità, poi, nella ripresa. Protagonista ancora Volpe, fermato dalla traversa al 55’ e autore della sponda per Svidercoschi all’88’, occasione poi sventata con un salvataggio sulla linea. Come se non bastasse, quindi, c’è anche lo zampino della sfortuna sul risultato di ieri. I numeri ora sono impietosi: quattro sconfitte consecutive in campionato, cinque considerando la Coppa e un punto nelle ultime cinque. Ora la Viterbese si trova fuori dalla zona play-off, con quattro punti di distanza da quella più calda.

Ecco le pagelle dei gialloblù nel match contro l’Avellino:

Vitali: voto 6 – Il portierino non può nulla sulla rete decisiva di Micovschi. A parte una parata in due tempi su una punizione di Di Paolantonio, poi, non viene più impegnato dagli irpini.

Atanasov, Markic, Baschirotto: voto 5 – Giornata completamente da dimenticare per il terzetto difensivo della Viterbese. Tutti e tre sbagliano tantissimo in fase di impostazione, errori tecnici che non hanno permesso alla squadra di partire dal basso con un palleggio ordinato. Più lanci lunghi che passaggi corti, oltre ad alcune uscite difensive non impeccabili. L’errore di Baschirotto, inoltre, è costato anche il goal decisivo.

De Giorgi: voto 5.5 – Da quinto a destra nel primo tempo si vede pochissimo, da terzo di difesa nel secondo è poco sollecitato.

Bezziccheri: voto 5.5 – Soffre la fisicità e l’aggressività dei biancoverdi, non riesce a dare qualità al gioco in fase offensiva sbagliando spesso la scelta del passaggio.

De Falco: voto 5 – Lui dovrebbe dare esperienza e qualità alla manovra, ma di questo ieri non c’è stato traccia. Tanti errori di misura non da lui, poca sostanza anche nella fase difensiva.

Antezza: voto 5 – Stesso discorso degli altri compagni di reparto. Manca qualità in fase di possesso con tanti cross fuori misura, spesso anticipato e superato dagli avversari.

Errico: voto 6.5 – Lui è sempre uno dei più positivi. Dopo ogni cambio viene spostato in tutti i ruoli senza mai sfigurare, crea spesso superiorità e pericoli grazie ai suoi strappi e ai suoi dribbling.

Pacilli: voto 5.5 – Partita discontinua, alterna grandi giocate a errori grossolani. Uno con la sua qualità deve fare di più.

Volpe: voto 6.5 – Il più attivo e il più pericoloso. In tutte le azioni positive e in tutte le occasioni c’è il suo zampino. Lotta su ogni pallone tenendo botta fisicamente, soltanto la traversa gli nega un goal che avrebbe meritato.

Urso: voto 6.5, Svidercoschi, Sibilia, Bensaja: voto 6 – Ingresso positivo per Urso, il quale fa tutta la fascia nel secondo tempo dando freschezza e più imprevedibilità. Sviderscoschi si batte e si fa vedere molto mettendo grande impegno, Sibilia e Bensaja fanno girare meglio la squadra ma non sono protagonisti di azioni importanti.

Molinaro s.v.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui