Viterbese, tra lunedì e mercoledì prossimi il passaggio di mano tra Camilli e Romano. Ottimismo e conferme da entrambe le parti

Piero Camilli pare proprio aver trovato in Romano il prescelto, l'uomo che cercava per consegnargli la sua amata Viterbese

536
viterbese

La Viterbese è a un passo dalla cessione. Marco Arturo Romano è pronto a rilevare il club di Via della Palazzina, dopo essersi incontrato con Piero Camilli alla fine della settimana scorsa. Incontro assai positivo, tra uomini che parlano la stessa lingua della concretezza e della serietà imprenditoriale. E sigla di un preliminare di contratto, come è stato confermato tra entrambi gli interlocutori. La trattativa ha ancora bisogno di qualche dettaglio e della definizione della fideiussione bancaria dell’ acquirente (da 350 mila euro), che sostituirà quella del proprietario uscente. Quasi sicuramente il patron gialloblù e l’ ingegner Romano – che ci tiene a far sapere che la sua non è una cordata, “si tratta di me e di un gruppo di collaboratori” – si vedranno all’inizio della prossima settimana per sottoscrivere l’ intesa definitiva. A meno di clamorosi – e non previsti – colpi di scena, il passaggio di mano dovrebbe essere annunciato ufficialmente tra lunedì e mercoledì prossimi.

Piero Camilli pare proprio aver trovato in Romano il prescelto, l’uomo che cercava per consegnargli la sua amata Viterbese. Serviva qualcuno che fosse competente, preparato, economicamente forte e già bene inserito nel mondo del calcio: l’ ingegnere di Cassino sembra corrispondere a questo identikit.

marco arturo romano viterbese
L’imprenditore Marco Arturo Romano, CEO di Tecnologia e Sicurezza Spa

Ottimismo, dunque. Questa è la sensazione che trapela nell’ambiente. Senza un cambio di proprietà la Viterbese non avrebbe potuto fare mercato. In campo sarebbero dovuti scendere scesi tanti ragazzi della Berretti, acerbi per la sere C. Molti pezzi pregiati sono richiesti sul mercato e minacciavano lo svincolo. Ora la situazione può cambiare. Una nuova e solida proprietà significherebve ritorno alla normalità e possibilità di tornare a costruire una squadra forte, magari con Calabro in panchina.

Attenzione, inoltre, all’amicizia che legherebbe Romano al presidente della Lazio e della Sakernitana Lotito. Chissà… Non sarebbe da escludere una sinergia di mercato. Giovani del vivaio promettenti, non ancora pronti per la Serie A, ma da far crescere e maturare. La nuova Viterbese potrebbe approfittarne per portarne qualcuno in gialloblù. L’inizio del raduno, intanto, confermato per giovedì 11 luglio, con Antonio Calabro convocato per la panchina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui