Viterbo, celebrazione della festa in onore di Santa Maria Liberatrice

Si legge in una nota dell'ufficio stampa del Comune di Viterbo.

564
Palazzo - Papale - Viterbo

Domenica 26 maggio, la città rinnova la secolare tradizione di affetto e devozione a Maria Santissima Liberatrice, protettrice di Viterbo dal 1320. Le celebrazioni inizieranno alle ore 17,30 con il ritrovo a piazza del Plebiscito e il saluto del sindaco Giovanni Maria Arena. Alle 18 avrà inizio la processione con le autorità civili e religiose insieme ai cittadini viterbesi. La “Macchina” con la venerata effige della Madonna sarà trasportata dai “Fedelissimi della Liberatrice”, con la partecipazione dei Facchini di Santa Rosa. Alle 19,30 è previsto l’arrivo del sacro corteo alla chiesa della Trinità. Seguirà il discorso commemorativo del vescovo Lino Fumagalli. Alle 20 avrà inizio la celebrazione della santa messa.

Per consentire il regolare svolgimento della processione in onore della Madonna Liberatrice sono stati disposti alcuni provvedimenti riguardanti la sosta e la circolazione veicolare: dalle ore 15 alle ore 21 divieto di sosta con rimozione in piazza della Trinità, e dalle ore 15,30 fino a cessata necessità anche in via Cairoli e in via Maria SS. Liberatrice; dalle 17,30 fino a cessata necessità, interruzione della circolazione veicolare lungo il seguente percorso: piazza del Plebiscito, via Ascenzi, piazza dei Caduti, via Cairoli, piazza san Faustino, via Maria SS. Liberatrice, piazza della Trinità.

Si legge in una nota dell’ufficio stampa del Comune di Viterbo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui