“Viterbo città della ceramica”: bilanci a un anno dal premio

129
Viterbo città della ceramica

A Viterbo sappiamo anche fare le ceramiche. A dirlo è stato il MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, l’anno scorso. Nel 2017 infatti Viterbo è entrata nel Consiglio Nazionale Ceramico come “città di antica e affermata tradizione ceramica”. Un riconoscimento importante e selettivo (fanno parte del Consiglio solo 40 città in tutta Italia), che ha dato lustro alla città e ha aperto uno scenario tutto nuovo sia dal punto di vista economico che occupazionale.

A distanza di un anno dal premio, giovedì 13 dicembre alle 9:30, si apriranno le porte della Sala Regia di Palazzo dei Priori per una giornata commemorativa dal titolo “Viterbo città della ceramica”. “Questo riconoscimento non è solo una conferma del valore del nostro artigianato e della nostra identità storica, ma anche una grande occasione di sviluppo e di lavoro per i nostri ragazzi” ha commentato il sindaco Giovanni Arena. E dunque tanto orgoglio, espresso anche dal dirigente scolastico dell’Istituto F. Orioli, Simonetta Pachella, che ha avviato insieme ai suoi docenti un percorso per gli alunni dedicato alla lavorazione della ceramica.

Come spiegato dalla Segretaria CNA di Viterbo e Civitavecchia Luigia Melaragni, “durante la giornata saranno resi noti i risultati di studi che sono stati condotti sulla produzione di ceramica medievale nei borghi della Tuscia e sui pozzi da Butto di Viterbo”. A parlarne saranno i docenti universitari Giuseppe Romagnoli e Lavinia Piermartini. Tra gli ospiti insigni della manifestazione anche Stefano Collina, senatore e presidente AEuCC. Non poteva mancare poi la presenza di Marco Lazzari, presidente della Fondazione Carivit, che da sempre sostiene artisti e artigiani locali: “per noi la ceramica è come un figlio. Quando è nata la fondazione, nel 1992, la prima cosa che abbiamo fatto è stata aprire un museo della ceramica”. Un anno che tra studi e percorsi formativi non è passato invano. La giornata servirà quindi non solo a ricordare il premio, ma anche a fare il punto della situazione e informare i cittadini sulle numerose possibilità lavorative, turistiche e artistiche che il mondo della ceramica può offrire.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui