Da "Terra di Sur" a scrigno del Medioevo e Rinascimento, un viaggio nel tempo alla scoperta di Viterbo con Sergio Cesarini

“Viterbo, città unica con tante storie da raccontare… sopra e sotto terra!”

757
A sx, Sergio Cesarini negli studi Rai

Viterbo è un luogo speciale, con una storia millenaria che, attraverso popoli ed epoche diverse, ci “parla” ancora oggi. Sopra e sotto terra. La Città dei Papi, di origine etrusca, vanta il centro storico medievale più grande d’Europa, oltre a numerose testimonianze del periodo rinascimentale.

Sergio Cesarini, fondatore di “Viterbo Sotterranea”, ci ha accompagnato in un viaggio alla scoperta delle ricchezze storiche di Viterbo.

“L’antico nome della città ai tempi degli Etruschi era ‘Sur-na’, dal nome del dio della divinazione, Sur – racconta Cesarini – ma la sua storia inizia ancor prima. Chi visita Viterbo e i suoi musei, tra cui quello nazionale, ha la possibilità di avere uno ‘spaccato’ di come gli Etruschi intendevano la vita e la morte. Viterbo è anche uno scrigno del Medioevo, ma c’è anche tantissimo del Rinascimento. Quindi ben venga la creazione di un polo museale unico, grande, che raccolga ‘tesori’ con oltre tremila anni di storia”.

Cesarini si dedica alla promozione di Viterbo anche a livello internazionale. “Recentemente abbiamo avuto l’idea di contattare giornalisti provenienti da tutto il mondo, che sono venuti a visitare Viterbo Sotterranea, il Museo dei Cavalieri Templari (che in Italia è l’unico museo storico-didattico permanente dedicato ai Templari) il quartiere medievale di San Pellegrino ed altre zone del centro storico”, aggiunge. “Sono rimasti ammaliati! Ora stanno preparando dei servizi – ci spiega Cesarini – in cui presentano la nostra bellissima città all’estero. Alcuni sono già stati pubblicati ed uno di questi è stato diffuso in questi giorni anche in sud America dall’Agenzia di Stampa ‘Prensa Latina’”.

E l’idea è proprio di continuare a far conoscere Viterbo su tutti i fronti. Sergio Cesarini ci anticipa, infatti, che “a inizio primavera è in programma anche un tour nel centro storico per accogliere i più importanti giornalisti italiani”.

Ci avviciniamo ormai ai festeggiamenti del Carnevale, ma un bilancio sul turismo a Natale è quasi d’obbligo. Cesarini ha parlato di un importante aumento di visitatori rispetto allo scorso anno. Ben il 35% in più, per l’esattezza.
“Viterbo Sotterranea e il Museo dei Templari hanno registrato moltissime presenze nel periodo natalizio – racconta Cesarini – di cui ha beneficiato l’intero cuore storico della città. Con l’aumento dei turisti nel centro storico di Viterbo stanno aprendo nuovi B&B per far fronte alla crescente richiesta”.

Cesarini, inoltre, precorrendo i tempi, ha già istituito un biglietto museale unico per i turisti. “Abbiamo due tipi di biglietti – chiarisce – uno per visitare i 2 percorsi sotterranei e il Museo dei Templari, l’altro per visitare anche il cuore storico della città con guide abilitate. Questo secondo biglietto unico, cumulativo, lo abbiamo chiamato ‘Viterbo Sottosopra’ e permette di visitare il centro storico di Viterbo, i 2 percorsi sotterranei ed il Museo Storico-Didattico dei Cavalieri Templari con una guida turistica specializzata”.

Un’occasione da non perdere per intraprendere un affascinante viaggio nel tempo, alla scoperta di una storia e di una città “unica nel suo genere”!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui