Viterbo, giornata del ricordo di caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace

121

Oggi nella “Giornata del ricordo dei Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace”, alla presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Viterbo si sono svolte due distinte cerimonie.

A Viterbo, presso il monumento al Carabiniere nel quartiere Ellera, unitamente al Lions Club di Viterbo che, come ogni anno ha offerto la corona di alloro, sono stati commemorati i 19 caduti italiani (12 Carabinieri, 5 militari dell’Esercito e 2 civili) nella strage della base Maestrale di Nassiriya nel 18° anniversario del tragico fatto. La cerimonia si è svolta alla presenza del Prefetto di Viterbo dott. Giovanni Bruno, del Sindaco della città dott. Giovanni Arena,  del Presidente della Provincia dott. Pietro Nocchi e del presidente del Lions Club dott. Franco Ceccarini oltre che dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

A Bomarzo, è stato ricordato il sacrificio, pagato con la vita, del giovane Carabiniere Luciano Fosci, originario di Bomarzo, caduto in Somalia il 1° agosto 1952. Il Carabiniere, in servizio presso la Stazione di Chisimaio, nell’ambito dell’Amministrazione Fiduciaria italiana del paese africano, era intervenuto, insieme al Comandante della Stazione, in occasione di una violenta manifestazione politica tentando invano, con eccezionale senso di abnegazione e sprezzo del pericolo, di bloccare i dimostranti dai quali è stato poi assalito e colpito a morte. Per i fatti è stato insignito di Medaglia d’Oro al Valor Civile.  La cerimonia, durante la quale è stata deposta una cordona al busto del militare ed è stata impartita la benedizione dal parroco della cittadina, Cyril John, si è svolta alla presenza del Sindaco, Marco Perniconi, dell’Associazione Nazionale Carabinieri e di una rappresentanza degli alunni dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Bomarzo accompagnati dai loro insegnanti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui