Viterbo, in Consiglio manca numero legale e la seduta salta

416

Manca il numero legale e la seduta di Consiglio comunale salta. È quanto successo oggi pomeriggio nella Sala d’Ercole del Comune di Viterbo, quando si sarebbe dovuto riprendere il dibattito iniziato questa mattina. La seduta si era interrotta con uno scontro di natura tecnica sulla delibera di giunta per l’affidamento provvisorio della piscina comunale Larus alla Federazione Italiana Nuoto. Non è la prima volta che in Consiglio si discute per le modalità di affidamento dell’impianto natatorio e la riapertura si sta facendo attendere più del previsto. Secondo alcuni consiglieri, infatti, il provvedimento è di competenza della giunta e il Consiglio può dare soltanto l’atto di indirizzo e approvare lo schema di convenzione. “La questione della Larus attanaglia l’amministrazione sin dal suo insediamento, ormai 12 mesi fa – ha detto il consigliere del gruppo misto Fabrizio Purchiaroni – ora il problema va risolto”. In teoria nel pomeriggio si sarebbe dovuta votare la delibera presentata dalla giunta e continuare con gli altri punti all’ordine del giorno. Il dibattito era iniziato in ritardo già stamattina, in un clima teso che non lasciava ben sperare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui