Viterbo, la scure di Facebook su Azione Studentesca: “Vogliono eliminare il pensiero non conforme”

Parla il dirigente nazionale viterbese Riccardo Ponzio

1049

“È una totale privazione alla libertà di manifestazione del pensiero, difesa dalla nostra Costituzione”, dichiara Riccardo Ponzio, responsabile provinciale di Gioventù Nazionale e dirigente nazionale di Azione studentesca, movimenti giovanili vicini a Fratelli D’Italia.

Il fatto al quale Ponzio si riferisce è relativo alla chiusura che Facebook e Instagram hanno operato il giorno precedente alla fiducia chiesta dal neo-governo – il “Conte-bis” – nei confronti di molte pagine legate alla destra italiana, a partire da quelle di CasaPound e Forza Nuova, movimenti nazionali più “estremi”.

riccardo ponzio azione studentesca
Riccardo Ponzio, dirigente nazionale di Azione Studentesca

“Tutto ciò avviene in un clima in cui le due società guidata da Mark Zuckerberg avevano eliminato in precedenza altre pagine legate a Fratelli d’Italia, come quella di Casaggì di Firenze”, prosegue il rappresentante di Azione Studentesca per la provincia di Viterbo.

“Facebook sta entrando a gamba tesa nella politica – continua – Lo dimostrano i tempi in cui sono stati operati questi ban, mentre al governo saliva una maggioranza nata unicamente per un ‘patto della poltrona’, e non per il voto degli italiani”.

In risposta, Azione Studentesca promette di non restare con le mani in mano: “Ci opporremo e agiremo, probabilmente per via legale, perché non siamo d’accordo con questi cosiddetti ‘democratici’, che continuano a spingerci verso una dittatura del pensiero unico”.

“Stiamo assistendo a una progressiva eliminazione del pensiero non conforme ai canoni liberisti di una Faebook che dimostra di essere democratica solo a parole”, conclude Riccardo Ponzio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui