Viterbo, Salvini: “Pachistano arrestato per violenza sessuale in Italia grazie a un giudice”

Era in Italia grazie a un giudice di Firenze che gli aveva concesso la protezione in quanto omosessuale

651
salvini

Il vicepremier Matteo Salvini, leader della Lega, torna a commentare gli ultimi avvenimenti di Viterbo, diffondendo nuovi dettagli riguardo il pachistano residente nel capoluogo della Tuscia arrestato per violenza sessuale aggravata su due bambine.

“Era in Italia grazie a un giudice di Firenze che gli aveva concesso la protezione in quanto omosessuale e dunque perseguitato nel suo Paese d’origine… Pazzesco”, commenta il ministro degli Interni, aggiungendo: “Capite che c’è qualcosa che non va?”.

L’intervento del politico, giunto attraverso la sua pagina Facebook, ci permette però di scoprire che lo straniero potrà essere espulso grazie al Decreto Sicurezza. Infine, Salvini avvisa: “Io non mollo, io continuo a lottare per leggi che contrastino il business dell’immigrazione clandestina, ma se qualche magistrato vuole fare politica lasci la toga e si candidi”.

salvini pachistano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui