Viterbo, su Palazzo dei Priori l’ombra di un altro rimpasto

Si guarda avanti, con spirito di collaborazione tra i partiti della coalizione di centro destra, ma non si escludono nuovi rimpasti

480
comune di viterbo

“E’ volontà condivisa di procedere, qualora ce ne fosse bisogno, a un eventuale riequilibrio delle deleghe degli assessori”. Non lascia molto spazio all’immaginazione la nota congiunta che il sindaco Giovanni Arena e il senatore leghista Umberto Fusco hanno da poco divulgato alla stampa.

Tuttavia, i due politici viterbesi tentano di distendere gli animi affermando che quello avvenuto stamattina a Palazzo dei Priori è stato, in ogni caso, un “incontro proficuo”. Il comunicato congiunto arriva per distendere il clima di ostilità che nei giorni scorsi era venuto a crearsi tra il primo cittadino e il vicesindaco Enrico Contardo (Lega) in seguito all’elezione del nuovo consiglio Talete, cosa che aveva portato a nuove minacce dei leghisti di abbandonare la maggioranza.

Il vero confronto è però rimandato a dopo l’approvazione del rendiconto, poiché sarà quella l’occasione per tracciare un bilancio aggiornato sulle criticità e le priorità dell’amministrazione viterbese. Al primo posto, annunciano il sindaco Arena e il senatore Fusco, vi sono i problemi legati alle asfaltature, al verde pubblico e ai rifiuti. Temi molto caldi ma bloccati da ormai qualche tempo, nonostante le molte lamentele dei cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui