Viterbo, successo per ” L’arte di sbagliare per poi ricominciare” al teatro del Murialdo 

L'arte del teatro, come la musica e la poesia, da sempre è il mezzo espressivo più adatto per esprimere ciò che è nascosto nell'anima. 

468
Al teatro del Murialdo di Viterbo è andata in scena, con grande successo, venerdì 24 maggio, la rappresentazione teatrale intitolata “L’arte di sbagliare per poi ricominciare”, una passeggiata in musica con il signor Chissà, da un’ idea del vulcanico Fabrizio Conte del gruppo teatrale Il Gabbiano. Una rappresentazione caratterizzata da canzoni, musica, riflessione e divertenti improvvisazioni, all’insegna della spensieratezza, nella convinzione che tutto possa ricominciare, imparando dagli errori commessi.
I “Gabbiani” del gruppo sono volati in scena al Murialdo, con il signor Chissà, coinvolgendo ed emozionando il pubblico presente con canzoni ricche di spunti per riflettere.
L’arte del teatro, come la musica e la poesia, da sempre è il mezzo espressivo più adatto per esprimere ciò che è nascosto nell’anima.
L’esplosivo Fabrizio Conte, nel gennaio del 2016, in meno di 24 ore, scrisse i testi delle canzoni della commedia “Il Capitone” , convincendo i suoi futuri “Gabbiani” a tentare un’importante esperienza teatrale, che riscuote da allora successo e attenzione del pubblico. La prima commedia fu portata sulla scena il 12 febbraio 2016. Da lì è stato un susseguirsi di eventi, spettacoli ed esperienze fortemente coinvolgenti a livello emozionale, come la rassegna “Volando in scena” portata sui palcoscenici dal gruppo teatrale Il Gabbiano, con musiche di Fabrizio Conte, coadiuvato dalla magistrale regia di Susanna Cherchi.
Allegria e riflessione: un connubio che, attraverso la musica e l’arte, la passione per il teatro e lo spirito di gruppo, rende reali i sogni e aiuta ad affrontare con più spensieratezza la realtà quotidiana.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui