Il Comune replica agli attacchi della minoranza sul sostegno alla popolazione durante la pandemia

Vitorchiano, “Critiche assurde, ecco quanto fatto per i cittadini in particolare se in condizioni di necessità”

194

Dopo un anno di emergenza sanitaria trascorso senza aver fatto proposte, alcuni consiglieri di minoranza diffondono ora, appunto dopo “solo” 12 mesi di pandemia che loro hanno vissuto comodamente in casa, false informazioni sul delicatissimo tema del sostegno alla popolazione. Forse solo ora si accorgono ora che c’è una pandemia in corso… Ciò detto, riteniamo grottesche le notizie diffuse tramite manifesto e comunicato stampa, in cui i consiglieri di minoranza dimostrano di non conoscere cosa sia stato realmente fatto con i fondi Covid-19 che Regione e Stato hanno inviato al nostro e agli altri comuni, e troviamo inspiegabile contestare il sostegno fornito a tutte le persone anziane ultraottantenni in questo periodo di pandemia.

Il supporto deciso dall’amministrazione comunale agli over 80 è stato rivolto a persone che per mesi sono state costrette a casa, per mandare un segnale di vicinanza e di aiuto ai concittadini che stavano vivendo le festività natalizie con paura e in alcuni casi nella solitudine. Un’occasione per vivere qualche attimo di serenità e non ultimo per limitare ulteriori occasioni di contagio ad una categoria già duramente colpita.

Non c’è stato alcun abbandono di beni non distribuiti. Una notizia falsa, diffusa dalla minoranza, che oltretutto lede il duro lavoro dei volontari di Protezione Civile, i quali hanno messo a disposizione il proprio tempo per consegnare centinaia di pacchi. La distribuzione, durante l’inverno, ha riguardato ovviamente le famiglie in disagio economico, segnalate dagli assistenti sociali. Dei 250 pacchi alimentari, peraltro non acquistati con fondi regionali come invece sostiene la minoranza, solo poche decine non sono stati consegnati e questo materiale, a lunga scadenza, nei giorni scorsi è stato tolto dagli imballaggi e ben posizionato (come dimostrano le foto) per soddisfare ulteriori richieste dei cittadini bisognosi, in collaborazione con l’assistente sociale. È quindi fuorviante parlare di abbandono e difatti le consegne sono state effettuate continuamente fino agli ultimi giorni per aiutare quanti più nuclei familiari possibili.

Quindi i riferimenti a mancate attenzioni alle persone in difficoltà economica sono assolutamente inverosimili. Inoltre è utile anche ricordare come i 50mila euro distribuiti alle famiglie in difficoltà economica tramite buoni alimentari, siano stati spesi esclusivamente nei negozi di Vitorchiano, proprio per dare sollievo, diversamente da quello che la minoranza vuole affermare, alle attività del territorio.

Questa piccola parte della minoranza, inoltre, non si è accorta dello sforzo compiuto dal Comune nell’ultimo anno per garantire vicinanza e sostegno alla popolazione: distribuzione (in più tranche) dei buoni spesa alle famiglie in disagio, sanificazione di immobili e aree all’aperto, acquisto di mascherine, erogazione di servizi straordinari della Regione in termini di sostegno alla locazione, organizzazione in sicurezza dei campi estivi, adeguamento degli edifici scolastici permettendo l’avvio delle lezioni, acquisto di strumenti autonomi per la sanificazione dei mezzi, riduzioni Tari destinate alle attività commerciali che hanno dovuto limitare l’apertura al pubblico, bonus Tari alle utenze disagiate, consegna a domicilio (grazie anche al lavoro della Protezione Civile) di farmaci e alimenti nel periodo più duro della pandemia. A queste e ad altre attività si è aggiunta quella di offrire un po’ di sollievo agli ultraottantenni con la consegna, durante lol periodo natalizio, a loro come a tutte le famiglie in condizioni di disagio, di un pacco alimentare come segno di vicinanza di un’intera comunità a chi ha pagato il prezzo più alto durante la pandemia.

Quindi riteniamo davvero di basso profilo gli attacchi di questi consiglieri di minoranza. Con le loro falsità dimostrano che questa parte di minoranza non vuole sostenere e far crescere il nostro paese, preferendo polemiche da salotto. Un esempio di questo comportamento lo abbiamo riscontrato nell’ultimo consiglio comunale del 11 marzo 2021, convocato per trattare del piano vaccini: il consiglio ha deliberato la proposta di candidare Vitorchiano per l’apertura di un centro vaccino della Asl. Su questo tema, importante per la comunità vitorchianese, il consigliere di minoranza Ciancolini ha abbandonato il consiglio non sostenendo la proposta poi votata all’unanimità dagli altri consiglieri presenti.

Non condividiamo il modo di intendere la politica di questa minoranza. L’emergenza della pandemia doveva essere l’occasione per unire gli sforzi di tutti, sostenere i cittadini senza protagonismi e non usare questi temi per avere un po’ di visibilità in vista delle elezioni di ottobre.

UFFICIO STAMPA
COMUNE DI VITORCHIANO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui