Vittorio Sgarbi si candida a sindaco di Roma affermando di voler ridare alla città la dignità di Capitale, rimettendo al centro dei programmi culturali l'immenso patrimonio artistico e archeologico di Roma

Vittorio Sgarbi si candida a sindaco di Roma: “Io ci sono. Per Roma non posso non esserci”

55

ROMA- Ieri, Vittorio Sgarbi – critico d’arte , saggista, opinionista e politico italiano – ha dichiarato sui social che la sua candidatura a sindaco è ufficiale. “Ridaremo a Roma la dignità di Capitale”, ha affermato convinto l’attuale sindaco di Sutri.

Infatti, oggi a piazza Navona, si è svolta la conferenza stampa del “Comitato promotore per Vittorio Sgarbi sindaco di Roma”, di cui fanno parte Dario Di Francesco, Francesca Pucci, Emanuele Ricucci, Simone Lelli, Tiziano Sbrozzi, Roberto Riccio, Paolo Marioni, Michael Maritato e Cristiano Aresu.

“Oggi sono qui, in questa bellissima giornata di sole, ad informarvi che si voterà per le comunali. Io ci sono, per Roma non posso non esserci. Il sindaco deve essere un simbolo della cultura italiana: io rappresento la cultura più di molti altri”.

“Io rispetto agli altri – prosegue Sgarbi – ho l’esperienza fisica di Roma e sono io che finora mi sono preoccupato di tutelare la cultura romana. Difenderò la città dalla sporcizia, dalla mafia e sarò sempre al fianco dei cittadini”.

Sgarbi si proporrà con il suo partito politico “Rinascimento”, nel significato più alto della sua parola cioè per quanto concerne la letteratura, la musica, l’arte e la cultura. Durante la conferenza stampa, promette di voler dare il suo contributo alla risoluzione del problema della sanità: “Portare le mascherine è giusto ma senza negarsi l’aria aperta” così si ricollega al tema del Rinascimento, inteso come rinascita della salute pubblica.

Infine, conclude la conferenza con un velo di ironia nei confronti del sindaco Virginia Raggi, che non gli ha concesso di prestare il suo discorso al “Vivi Bistrot”, come accordato. “Io penso che la Raggi possa fare qualsiasi attività tranne che il sindaco di Roma. Se c’è o meno la sua candidatura, per Roma non cambierà niente”.

Il critico d’arte, nel 1992-1993 è stato sindaco di San Severino Marche. Dal 2008 al 2012 è stato sindaco di Salemi (Sicilia), eurodeputato e dall’11 giugno 2018 è stato nominato sindaco di Sutri, in provincia di Viterbo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui