Zanzare, piano di sorveglianza prorogato dal Ministero della Salute. La Regione rimane in allerta

Entro dodici ore i casi sospettati dal medico dovranno essere segnalati e tempestivamente inviati alla ASL che provvederà a trasmettere la notifica al SERESMI - Spallanzani (servizio Regionale per l'Epidemologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive) ed alla Asl di residenza.

236

Il Piano Nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse dalle zanzare invasive (con maggiore attenzione nei confronti dei virus Chikungunya, Dengue e Zika) è stato prorogato dal Ministero della Salute. Il sistema di sorveglianza subirà quindi un estensione, andando così a coprire il lasso di tempo che va dal 1 Maggio al 30 Novembre.

Entro dodici ore i casi sospettati dal medico dovranno essere segnalati e tempestivamente inviati alla ASL che provvederà a trasmettere la notifica al SERESMI – Spallanzani (servizio Regionale per l’Epidemologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive) ed alla Asl di residenza.

Lì dove verrà accertata la positività nei confronti dei virus precedentemente citati il medico si attiverà per aggiornare e ritrasmettere la scheda di sorveglianza alla ASL di competenza che la girerà a sua volta alla ASL di residenza e del luogo di lavoro. Il SERESMI, invece, si prenderà carico della trasmissione e aggiornamento delle informazioni al Ministero della Salute e all’Istituto Superiore di Sanità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui