I dati del monitoraggio di Enel X hanno confermato una generale diminuzione della mobilità nel Lazio nel periodo 15-21 marzo. Nella Tuscia numeri in aumento tra martedì e giovedì

Zona rossa e spostamenti: in calo nella Capitale, Viterbo in leggera controtendenza

297
traffico

Nella prima settimana in zona rossa nel Lazio calano in generale gli spostamenti in auto e con gli altri mezzi di trasporto. E’ quanto si apprende dal monitoraggio di Enel X, che tiene conto degli effetti delle restrizioni dovute alla pandemia sul traffico veicolare e sui movimenti degli italiani.

In particolare, domenica 21 marzo si è registrato un -45% degli spostamenti rispetto al periodo 13 gennaio-16 febbraio e -49% rispetto allo stesso giorno della settimana precedente, alla vigilia dell’introduzione della zona rossa nella regione.

Tra le province, Roma è quella che ha visto il calo più consistente: -48% rispetto al mese di gennaio-febbraio; a seguire Viterbo (-43%), Latina (-41%), Rieti e Frosinone (-36%).

Soltanto sette giorni prima, il 14 marzo – ultimo giorno in zona gialla – nel Lazio il numero di spostamenti era aumentato rispetto ai due mesi precedenti (+8) e allo stesso giorno della settimana precedente (+14%).

Nel periodo caratterizzato dall’introduzione di misure restrittive più forti (dal 15 marzo) soltanto in due giornate si è assistito ad un leggero innalzamento del dato: +3% mercoledì 17 e giovedì 18, per poi calare al -20% venerdì 19.

Nella provincia di Viterbo dopo il -16% di lunedì 15 marzo, nelle giornate del 16, 17 e 18 gli spostamenti sono aumentati rispettivamente del 4, 13 e 12%, sopra la media regionale. Le più alte variazioni nella Tuscia si sono registrate a Tessennano il 17 marzo (+120%) e Villa San Giovanni in Tuscia (+76%).

Domenica 21 il dato provinciale è invece apparso quasi dimezzato rispetto alla settimana precedente (-48%).

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui